La riforma della Costituzione riduce i costi delle istituzioni e della politica ( 5)

  1. Si risparmiano le indennità attualmente corrisposte ai 315 senatori attuali perché il nuovo Senato sarà composto da 95 parlamentari che già le ricevono in quanto consiglieri regionali o sindaci .
  2. Gli emolumenti dei Consiglieri regionali non potranno superare l’importo di quelli attribuiti ai sindaci dei Comuni capoluogo di Regione
  3. Non potranno essere corrisposti rimborsi o analoghi trasferimenti monetari recanti oneri a carico della finanza pubblica in favore dei gruppi politici presenti nei Consigli regionali.
  4. la Camera dei deputati e il Senato della Repubblica dovranno provvedere , secondo criteri di efficienza e razionalizzazione, all’integrazione funzionale delle amministrazioni parlamentari, mediante servizi comuni, l’impiego coordinato di risorse umane e strumentali e ogni altra forma di collaborazione .

A proposito di questione morale : non sarà , anche per questo , che tanti politici voteranno no al referendum popolare d’autunno ?